AGGIORNAMENTI/UPDATES

Seguici anche su facebook​ / Follow us on facebook

Staring Backwards è un’irruzione silenziosa e immaginativa in uno spazio pubblico,

è la creazione di una dimensione meditativa nel flusso della quotidianità urbana, una nuova possibilità di relazione nel mondo della piazza. 

Un gruppo di persone camminano all’indietro osservando l’ambiente, generando uno scenario surreale e tentando la riappropriazione di un luogo attraverso un'esperienza collettiva.

Il progetto parte dall’esigenza di sviluppare una riflessione sul nostro momento storico attraverso la relazione tra il corpo in movimento, lo sguardo, la presenza e il paesaggio.
Lo sguardo di chi cammina all’indietro può essere associato all’obiettivo di una cinepresa che si allontana dal soggetto: cerchiamo di lasciare ogni pretesa di definizione intenzionale dello spazio e di ricevere il mondo per immagini, stabilendo una connessione nuova fra il reale e il sentire.  

Staring Backwards is a silent and imaginative incursion in the public space,

it's the creation of a meditative dimension in the flow of daily life, it’s a new possibility of relation in the world of the square.

A group of people walk backward observing the environment, generating a surreal landscape and trying the re-appropriation of a place through a collective experience.

The project originates from the need to develop a reflection over our historical moment through the relation between the moving body, the gaze, the presence and the landscape.

The gaze of the walkers can be associated to a camera backwards movement: so we try to let go every presumption of intentional definition of the space and to receive the world in images, connecting the real and the feelings in a new way.

Staring Backwards è un progetto partecipativo site-specific: è ideato per luoghi non convenzionali - con particolare attenzione alle piazze - e coinvolge un gruppo di persone in un percorso laboratoriale e performativo.

Il laboratorio è diviso in due fasi:

- la prima fase riguarda la preparazione somatica del gruppo e del singolo: è rivolta a risvegliare le percezioni del corpo in relazione al tipo di esperienza;

- la seconda fase riguarda l'esplorazione percettiva del luogo in cui viene effettuata l'esperienza, combinando la dinamica dello sguardo con lo spostamento fisico.

Staring Backwards is a site-specific and participative project: it's designed for non-conventional places – with particular attention to squares – and it involves a group of people into a laboratory and a performance.

 

The laboratory is divided in two stages:

- the first stage concerning the somatic preparation of the group and the single: it's aimed at awakening the body’s perceptions in relation to the experience;

- the second stage concerning the perceptive exploration of the place where the experience takes place, combining the gaze’s dynamics with the physical movement.

STARING BACKWARDS 

un progetto di / a project by Alessio Calciolari e Filippo Michelangelo Ceredi

integrazioni somatiche al progetto / somatic integrations to the project: Cinzia Delorenzi

con il sostegno di / with the support of

ZONA K, Teatro delle Moire / Officina LachesiLAB, Santarcangelo Festival, AtelierSì

info e iscrizioni > staringbackwards@yahoo.com

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now